scusate_se_e_poco.gif

Home arrow Archivio articoli arrow ottobre16 arrow - La Tav delle merci arriva, ma piano
- La Tav delle merci arriva, ma piano PDF Stampa E-mail
giovedì 13 ottobre 2016

Peraltro, durante la riunione medese, sono state diffuse informazioni parzialmente rassicuranti: dopo l'allargamento estivo delle gallerie di Monza e Cucciago per permettere il passaggio di treni a sagoma "europea", infatti, c'è ancora tempo un anno per l'adeguamento del sistema di segnalazione elettronica, miglioria che permetterà di passare dalla frequenza di 6 minuti a quella di 4 tra un convoglio e l'altro; in ogni caso almeno fino al 2020 gli attuali 210 treni che ogni giorno transitano sulla linea Como-Milano (di cui 35 notturni) non dovrebbero aumentare di molto.

Invece il quadruplicamento della tratta, di cui si parla da anni ma che oggi non ha più i finanziamenti necessari, sarebbe comunque previsto solo tra Como e Seregno e di lì proseguirebbe verso Carnate e Bergamo, lasciando dunque fuori Lissone.

Due altre discrete notizie: la tratta fra Monza e Sesto ha ottenuto il finanziamento per l'installazione di barriere fonoassorbenti (ancorché insufficienti, a detta dei comitati civici locali) e lo stesso sta avvenendo per la linea Laveno-Luino, altra direttrice interessata dal traffico merci proveniente dalla Svizzera.

Contiamo dunque che Lissone e gli altri Comuni facciano sentire la loro voce per ottenere quanto loro spetta.
 
< Prec.   Pros. >
© 2019 Il Listone - Lissone
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.