scusate_se_e_poco.gif

Home arrow Archivio articoli arrow ottobre16 arrow -- Uniti sulla stessa linea
-- Uniti sulla stessa linea PDF Stampa E-mail
giovedì 13 ottobre 2016
treni_merci.jpgFar fronte comune sulla tratta Como-Chiasso. E' la risoluzione uscita l'altra sera a Meda, da un incontro nato dall'invito dell'Associazione Quartiere Polo agli amministratori dei Comuni posti sulla linea ferroviaria interessata dai futuri ampliamenti di traffico legati all'apertura del nuovo Gottardo (vedi "C'è rumore intorno al Tav"). L'incremento del numero di convogli infatti, pur se prevedibile solo dal 2020-21 e in una misura tutto sommato limitata, preoccupa da più punti di vista le città attraversate: anzitutto per l'impatto del rumore sui residenti, poi per la necessità di realizzare sovrappassi in sostituzione dei passaggi a livello da eliminare. Detto fatto: grazie ai buoni uffici dell'assessore ai Trasporti di Monza, Paolo Confalonieri, gli amministratori di Monza, Lissone, Desio, Seregno, Meda, Camnago, Lentate, Carimate hanno chiesto un incontro congiunto con il settore competente della Regione e con i vertici lombardi di Rfi.

    - La Tav delle merci arriva, ma piano

- Le nuove prospettive per il Corridoio Reno-Alpi (cartina)
 
< Prec.   Pros. >
© 2019 Il Listone - Lissone
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.