scusate_se_e_poco.gif

Home arrow Archivio articoli arrow luglio15 arrow - E meno male che non è successo niente
- E meno male che non è successo niente PDF Stampa E-mail
giovedì 23 luglio 2015

I costi che ora dobbiamo sostenere si devono dunque in gran parte all'incuria e all'irresponsabilità del passato; e basta scorrere il Documento di valutazione dei rischi per trovarne conferma.

Per esempio, mancano la dichiarazione di agibilità dell'ampliamento del municipio effettuato nel 2000 e il certificato di collaudo statico (euro 10.000), la dichiarazione di conformità dell'impianto elettrico del 2008 (euro 20.000) più la denuncia di messa a terra (altri 5000 euro), idem per il certificato di sicurezza dei vetri (10.000+5000 euro), la verifica statica di due solai (3000 euro).
In totale 53.000 euro di costi per mancati adempimenti e "dimenticanze" del passato, sui 108.000 previsti in totale per l'edificio comunale.

Ma poi mancano i certificati elettrici anche del magazzino comunale (20.000 euro), così come i documenti di messa a terra, collaudo statico, messa a norma del riscaldamento, e più o meno lo stesso accade in biblioteca, a Palazzo Terragni e all'asilo nido di via del Tiglio.

Possiamo insomma dire che almeno la metà dei 250.000 euro preventivati per gli adeguamenti degli edifici pubblici, scuole escluse, si deve alla carenza di documenti che dovevano essere da tempo al sicuro negli archivi e che adesso devono essere prodotti, con i costi conseguenti.
Dite la verità: anche voi vi state chiedendo chi ci ha amministrato negli ultimi vent'anni...
 
< Prec.   Pros. >
© 2019 Il Listone - Lissone
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.