scusate_se_e_poco.gif

Home arrow Archivio articoli arrow giugno11 arrow -- Ma il sindaco sa leggere?
-- Ma il sindaco sa leggere? PDF Stampa E-mail
giovedì 23 giugno 2011

Comunicato n. 1:NESSUN ACCORDO CON FLI. IN CONSIGLIO COMUNALE IL PARTITO DI FINI NON ESISTE. SULLE POLTRONE IN PIU’, ENNESIMA GAFFE DEL LISTONE


Non sappiamo cosa dire. Andate voi stessi a vedere dove abbiamo parlato di Fli e di Fini (vedi "Nascono i padani del Sud"): noi abbiamo scritto esclusivamente di Federalismo e Libertà, che semmai è tutto un altro "Fli".

Ma Ambrogio Fossati non ci ha fatto caso.


Comunicato n. 2: DEPOSITO GELSIA, FOSSATI: “LO SPOSTAMENTO NON MODIFICA IL SERVIZIO. ANZI, LO RAZIONALIZZA DA UN PUNTO DI VISTA SIA TECNICO SIA ECONOMICO. IL LISTONE LA SMETTA DI RACCONTARE BUGIE”


Il sindaco scrive che "per gli esponenti del Listone tutto questo non va bene". Noi in realtà abbiamo scritto ben altra cosa, (vedi "Il deposito trasloca") e cioè che "la medaglia ha due lati, come sempre. Quello migliore è che quell'area doveva essere sgombrata... Il lato brutto, invece, è che il deposito fungeva anche da punto di riferimento per i cittadini che avevano bisogno di ritirare del materiale da Gelsia, e adesso invece dovranno andare come minimo a Desio".

Ma ad Ambrogio Fossati queste distinzioni non lo sfiorano nemmeno.


Comunicato n. 3: REFERENDUM PIAZZA, FOSSATI: “IL QUESITO HA LIMITI SIA LEGALI SIA DI ATTUAZIONE PRATICA. MA IL LISTONE SBAGLIA A OPPORSI A TUTTE LE MANIFESTAZIONI. COME AL SOLITO, NON CI SONO MEZZE MISURE”


Qui è proprio il colmo: Fossati sembra sostenere la nostra identica posizione

Lui: "Credo che il quesito presenti alcuni limiti, sia legali sia in termini di applicazione pratica. Non credo si possa stabilire per legge che in piazza ci debbano essere manifestazioni tutti i giorni e a tutti gli orari";

Noi: "Il quesito "Vuoi tu che in piazza Libertà si possano fare concerti e manifestazioni 365 giorni l'anno?" è già di per se stesso illegale. Gli abitanti della zona hanno i loro sacrosanti diritti. E non c'è barba di referendum che li possa cancellare".

Lui: “La nostra posizione resta quella di sempre: sì alle manifestazioni che fanno vivere la piazza e il centro storico, soprattutto in certe momenti dell’anno e con attenzione sia agli orari sia ai decibel".

Noi: " Si potrebbe, per esempio imporre già nel contratto con gli artisti, l’uso di amplificazione ridotta alla norma".

Però poi lui dice di aver ragione e noi torto...
Mah: se non altro la logica di Ambrogio Fossati ci fa molto divertire!
 
< Prec.   Pros. >
© 2019 Il Listone - Lissone
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.