scusate_se_e_poco.gif

Home arrow Cronache dal Consiglio arrow -- Consiglio comunale del 14 Settembre 07
-- Consiglio comunale del 14 Settembre 07 PDF Stampa E-mail
lunedì 17 settembre 2007

Nelle mani di una maggioranza “in-credibile”

Le attività sono riprese per tutti ed anche il Consiglio Comunale riprende i suoi lavori, ripresa che mi aspettavo nella normalità secondo gli argomenti all’ordine del giorno.
Già è strano che gli argomenti proposti dalle minoranze vengono sempre messi in coda e forse i cittadini potrebbero dotarsi di “cuscino e coperta” se volessero assistere fino alla fine.
Ma la Lega non aveva promesso in campagna elettorale che sarebbe stata ripristinata la diretta televisiva delle sedute? Solo promessa elettorale??..  almeno molti più cittadini potrebbero seguire le vicende politiche locali dal divano di casa.

In-credibile: il dizionario recita che è incredibile ciò che è “difficile o impossibile a credersi” (ritenere vero). Ci sono poi due sinonimi: inconcepibile - inverosimile.

Inconcepibile
Ormai alla quinta seduta, ci si aspetterebbe che la conduzione dell’assise da parte del Presidente del Consiglio avvenga normalmente. Ma non è così perchè, ad esempio, ci sono continue interpretazioni del Regolamento per lo svolgimento delle sedute e sembra che più si va avanti maggiori sono le interpretazioni che naturalmente rallentano i lavori.
Nell’ultima seduta è in nome del Regolamento che si è impedito di dare una valutazione politica dell’ex-consigliere Moioli, nonchè ex-assessore della passata legislatura, adducendo il fatto che si è fatto il suo nome e senza conoscere il contenuto dell’intervento. Chissà perchè nomi e cognomi di altri cittadini meno “illustri” sono stati fatti e il regolamento non si è applicato.
Domanda: che cosa c’è di inconcepibile?
Che il Presidente del Consiglio abbia dei suggeritori: uno alla destra nella persona del Sindaco che, mi pare, non sia un campione di giurisprudenza e uno alla sinistra nella persona del Segretario generale che dà la sensazione di “annaspare” qualora interpellato. Non manca nemmeno qualche aiutino dai banchi della maggioranza...
Non me ne abbia il Presidente del Consiglio, ma quando ci si affida spesso e troppo ai vari suggeritori, vuol dire che la parte è ancora da studiare, soprattutto quella che riguarda la dichiarata imparzialità propria del ruolo.
Buono studio, allora!!

In-credibile
Sono passati all’incirca tre mesi e mezzo dall’esito elettorale e credo che i cittadini elettori che hanno dato fiducia a questa maggioranza non abbiano dimenticato il programma elettorale della stessa.
Più di una volta il Sindaco mette avanti il risultato elettorale per dare credibilità alla sua Giunta e maggioranza, anche se gli ricordo che il suo partito - la Lega Nord - ha avuto meno consensi delle nostre liste civiche, ma questo per lui non conta.
Domanda: che cosa c’è di incredibile?
Che non siano state ancora presentate le linee programmatiche di questa maggioranza, la quale ha tempo 120 giorni dalle elezioni, come se la scadenza temporale fosse l’elemento fondamentale, mentre durante la discussione sulla petizione presentata dall’Uovo sono emerse delle evidenti contraddizioni e smentite all’interno di questa maggioranza.
Da una parte l’assessore all’urbanistica che dichiara di non volere Lissone a 50mila abitanti, di voler rivedere quei piani integrati all’interno del Piano di governo del territorio (Pgt).
Subito da un’altra parte si smentisce la necessità del Pgt che, anzi sta producendo la rincorsa a costruire, oppure ancora che è giusto presentare e approvare i piani integrati per se stessi e via dicendo.
Ancora più incredibile è l’atteggiamento di “sudditanza” di una buona parte della maggioranza al consigliere ed ex-sindaco Meroni.
Mi chiedo: ma il Consiglio comunale della città non è l’organo sovrano che indica e definisce gli atti fondamentali per lo sviluppo della città? Oppure è un organo “ratificatore” di atti burocratici? E questi atti fondamentali non sono forse l’idea di comunità, la vocazione del territorio e del rapporto di vivibilità dei lissonesi con il loro territorio?
Sono tutte domande pressanti non solo per noi consiglieri di minoranza ma di tutta una cittadinanza ed è incredibile che non si senta l’esigenza di elaborare al più presto risposte globali.
Questa maggioranza sta navigando a vista e non verso obiettivi e linee programmatiche chiare e definite. E’ rischioso navigare a vista.
Più volte in campagna elettorale ho affermato che la cementificazione di Lissone è nociva alla vivibilità (e qualcuno in campagna elettorale aveva riconosciuto l’eccesso di cementificazione e aveva dichiarato che si può e deve correggere - ma ora tutto ciò sembra dimenticato, vero Assessore Iurlo?)  e soprattutto nociva alla capacità di pensieri ed idee progettuali.
Non smentisco questa affermazione, visto l’andamento dell’ultimo Consiglio, anzi mi confermo nell’idea che Lissone è nelle mani di una maggioranza a cui finora è impossibile dare credibilità.

 
< Prec.   Pros. >
© 2019 Il Listone - Lissone
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.