scusate_se_e_poco.gif

Home arrow Archivio Articoli 2009 arrow aprile09 arrow - San Giorgio e i draghi
- San Giorgio e i draghi PDF Stampa E-mail
venerdì 24 aprile 2009

Giorgio Mussi è stato eletto sotto una cattiva stella ed è nato già dimezzato, almeno tre volte:

1) perché, alla seconda votazione segreta, nella sorpresa generale, ben 6 voti sono risultati nulli: erano quelli della Lega (tranne il sindaco: e non è la prima volta che tra Meroni e il "suo" sindaco appare una divergenza del genere...).
Un chiarissimo segnale che i padani non gradiscono Mussi, così come non gradivano prima Emanuela Sironi, e - prima di accettarlo per obbedienza di partito - hanno voluto fargli capire quant'è precario.

2) perché, subito dopo l'elezione, ci si è "incartati" in uno scontro di interpretazioni sulla validità della votazione stessa, tanto che le minoranze del Listone hanno chiesto di conservare le schede per riservarsi di fare ricorso al Prefetto contro la regolarità dell'elezione. Tanto che lo stesso Meroni ha allora esortato Mussi a... non convocare più il Consiglio, per non rischiare di fare una cose e prendere decisioni che potrebbero poi risultare illegittime!

3) perché non ha la personalità adatta a questo ruolo, proprio a causa della sua mitezza e scarsa decisione.
L'impressione è che il suo partito l'abbia mandato allo sbaraglio perché si "bruci", lasciando così scoperto il ruolo di capogruppo del Pdl per il giovane e rampante (ma molto manovrabile...) Massimiliano Cazzaniga.

Così l'ala più pericolosa e affarista del Pdl, quella socialista craxiana, appoggiata purtroppo dai ciellini, avrà ancora più peso.
Per la disgrazia di Lissone.

 
< Prec.   Pros. >
© 2019 Il Listone - Lissone
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.